Most popular

Venerdì ha aperto a 102,5, per poi salire quasi a 102,7 e chiudere poco sopra i 102.Un trend confermato anche dall'istituto demoscopico casino de niederbronn hotel Ipsos che in un sondaggio realizzato per il Corriere della Sera lo scorso 17 maggio estrazione lotto..
Read more
I am going to link to original post with the correct links to get you there.World of Tanks is a great way to develop some of your skills, such as team-playing, managing a group of subordinates and delegating tasks.The codes are generated estrazione..
Read more
Link - Verona: presentata in Consiglio Comunale mozione sul gioco.Link - Tar Sardegna su distanziometro: non compete al sindaco decidere la distribuzione degli apparecchi sul territorio.Link - Nulla Osta New Slot, Sapar incontra ADM il 21 settembre.Link - Cagliari, apparecchi da gioco non..
Read more

98 miliardi condonati alle slot machine


98 miliardi condonati alle slot machine

Il dettaglio finale, ciliegina sulla torta, è scoprire chi sarà il maggior beneficiario della sanatoria.
In genere la notizia è accompagnata anche da avvisi come che bisogno cè di pagare la tassa x, se quei soldi potevano prenderli dalle slot machine.
Per capire meglio la vicenda serve però fare un passo indietro: nel 2012, dopo oltre 5 anni di battaglie legali,.
Ci sono più di 400 mila slot machine nel nostro paese, cioè circa una quaterna lotto gratis ogni 155 abitanti, contro una ogni 261 abitanti in Germania e una ogni 372 negli Stati Uniti.
98 miliardi di euro hochzeitsspiel tombola gewinne dalle slot, di cosa parliamo.La società di Corallo, con un giro di affari da 30 miliardi di euro l'anno, avrebbe dovuto pagare una multa di 845 milioni.A dicembre scorso, Pecoraro ha emesso una nuova interdittiva, segnalando rapporti contrattuali con esercenti con precedenti penali, prolungando così il commissariamento.Al Governo cè Enrico Letta e il provvedimento è quello che cancella lIMU sulla prima casa.Le slot machine invadono i bar e sostituiscono (o dovrebbero farlo) i vecchi videopoker.A tuttoggi, non vi è la certezza della regolarità delle operazioni in un settore in cui ballano miliardi di euro e le statistiche potrebbero essere completamente falsate.Gli altri concessionari avevano infatti già chiuso la vertenza pagando il 30 per cento delle somme dovute (430 milioni di euro) con il condono deciso nel 2013 dal governo Letta con il decreto Imu : la cambiale da pagare sullaltare delle larghe intese con Silvio.La Corte dei Conti non la pensava così e decise di accogliere la richiesta subordinata di 'appena' 2,5 miliardi di euro.Il "condono" del Governo Letta, che c'entra con l'IMU.In effetti la questione che poneva era del tutto falsa: infatti la norma di cui si discute il decreto legge 102/2013 non prevede assolutamente, per la copertura dellabolizione della prima rata dellIMU per il 2013, un condono di tale entità, ma solo lestensione temporale.



124, ha stabilito una definizione agevolata dei pagamenti non inferiore al 25 della multa comminata dalla Corte dei Conti, a parziale copertura delle disposizioni del decreto in oggetto, per un totale di 618 milioni, previa adesione entro il Si è a tal proposito sostenuto che.
"E' evidente che il governo si è inginocchiato di fronte ai signori del gioco d'azzardo con uno scandaloso condono che riduce le sanzioni per i concessionari di slot e videopoker a poco più di un piatto di lenticchie, meno di un quarto della sanzione prevista.
Dopo otto anni di causa per non aver collegato gli apparecchi al sistema informatico, la multa di 90 miliardi è stata ridotta a 857 milioni complessivi, di cui 335 a carico di Bplus.
Srl e Codere spa Giorgio Tino, Antonio Tagliaferri e Anna Maria Barbarito dirigenti responsabili dellAmministrazione Autonoma Monopoli di Stato, cui si contesta una serie di violazioni, chiedendo i seguenti risarcimenti: violazione degli obblighi inerenti allavviamento della rete (4,8 milioni di euro violazione degli obblighi inerenti.A mettere in rete gli apparecchi avrebbero dovuto pensarci i concessionari, dieci soggetti privati selezionati dai Monopoli, pena una sanzione per ogni ora di mancato collegamento.110, comma 6, del.U.L.P.S.Dieci società che si occupano di gioco dazzardo decisero di entrare nel settore, acquistando e installando slot machine in tutto il paese: per i primi due anni di attività, tra il 2005 e il 2007, nessuna slot machine venne però collegata alla rete.Le società, per il biennio, pagheranno le tasse con una cifra forfettaria, quella prevista nel caso di mancato collegamento per cause di forza maggiore, senza che nei loro confronti venga erogata alcuna multa.La sentenza dei giudici e la vera sanzione.Lo Stato guadagna dal gioco dazzardo circa 4 miliardi di euro lanno e per questo è difficile intervenire per limitarlo.





In caso di mancato accoglimento di tali richieste, il procuratore generale chiede poi una condanna a titolo di colpa grave per somme molto inferiori, che corrispondono appunto al totale di circa 2,5 miliardi di euro.
Gli stessi giudici hanno condannato le società a pagare 2,5 miliardi e il governo Letta, per abolire lIMU, ha offerto loro uno sconto in cambio del pagamento immediato della sanzione.

Sitemap